Laboratorio per le scuole medie

 LO RACCONTO CON IL CORPO E CON LE PAROLE"

 

Il laboratorio è rivolto ai ragazzi della scuola media con l'obbiettivo di sensibilizzare le nuove generazioni sul tema della migrazione.

L'uso del corpo oltre alla parola in un laboratorio teatrale è di fondamentale importanza per ci permette di  comunicare con gli altri esprimendoci in modo più completo, inoltre il lavoro di  schema corporeo è di grande aiuto per comprendere e utilizzare il linguaggio del corpo.

.
Il laboratorio prevede la collaborazione di un insegnante che insieme agli alunni leggerà il romanzo “Nel mare ci sono i coccodrilli” di Fabio Geda, in un primo momento, poi con l'esperto si drammatizzerà il romanzo attraverso il laboratorio teatrale e di movimento, in cui i partecipanti saranno invitati ad esprimere il loro vissuto immaginativo ed emozionale scaturito dalla lettura del romanzo.

“Se nasci in Afghanistan, nel posto sbagliato e nel momento sbagliato, può capitare che anche se sei un bambino alto come una capra e uno dei migliori a giocare a Buzul-bazi, qualcuno reclami la tua vita. Tuo padre è morto lavorando per un ricco signore, il carico del camion che guidava è andato perduto e tu dovresti essere il risarcimento. Ecco perché quando bussano alla porta corri a nasconderti. Ma ora stai diventando troppo grande per la buca che tua madre a scavato nel campo di patate. Cosi un giorno, lei ti dice che dovete fare un viaggio. Ti accompagna in Pakistan, ti accarezza i capelli, ti fa promettere che diverrai un uomo per bene e ti lascia solo.”

“Nel mare ci sono i coccodrilli” Fabio Geda

Inizia cosi l'avventura di Enaiatollah Akbari bambini di circa 10 anni, un incredibile viaggio che lo porterà in Italia passando per l'Iran, Turchia e Grecia.

Con l'aiuto dell'esperto cercheremo di individuare le parti del racconto in cui i ragazzi si sono sentiti più coinvolti, e si cercherà di cucire un canovaccio adatto alla comprensione della storia con dei collegamenti legati alla sfera emozionale della vita reale degli alunni. Questo sarà dei modi per avvicinarci ad alcuni degli stati d'animo del protagonista per sentire un po' più da vicino quello che ha attraversato durante il suo viaggio per raggiungere l'Italia.

Oltre alla messa in scena del racconto il laboratorio di teatro per come strutturato, prevede un momento dedicato alla formazione del gruppo, all'ascolto e all'esposizione di se nel gruppo, attraverso semplici giochi di attenzione ritmo e libertà creativa.

Il corpo e il movimento
In cerchio ci presenteremo senza voce, mettendo in gioco attraverso l'uso del gesto, ciò che siamo e ciò che vorremmo essere.
Proveremo a trascrive, le emozioni e l'empatia nei confronti di un racconto o di una parola, nel linguaggio del corpo rendendole visive e potenti.
La voce e i testi
Fondamenti sull'uso della voce, il rinforzo corale, l'uso del microfono
I testi saranno raccolti trascritti dai partecipanti su richiesta del conduttore.

PER INFO SU COSTI CONTATTACI