Fango

Azioni poco pesate. 

Tutto è leggero e tutto si fa pesante di leggerezza.

Si respira senza fiato.

Un'apnea di vita a caccia di fortuna, a caccia del domani.

A caccia del luogo giusto e del momento giusto.

Il fango ci tiene a terra.

Oscura la vista.

Nulla si muove, ne dentro ne fuori

aspettiamo e il tempo ci consuma

 

Ma fino a quando? 

 

Dal profondo una piccola fiammella resiste

è luce in  questa notte scura

 

L'alba è vicina, grazie a noi 

che danziamo nel giorno che sorge.

 

Tre individui in uno spazio scenico non definito, tre diversi percorsi volti alla ricerca e all'affermazione del proprio esistere.

Il testo di supporto alla danza tenta di tracciare il paesaggio culturale e politico in questo momento di crisi stagnante, in cui emergono le inquietudini, le paure e fortunatamente anche speranze. 

 

di e con:

 

Romina Marra, Gabriele Marra, Danilo Valsecchi

per ospitare una replica contattaci

Fango Samotracia teatro danza
Fango Samotracia teatro danza
Fango Samotracia teatro danza
Fango Samotracia teatro danza
Fango Samotracia teatro danza
Fango Samotracia teatro danza
Fango Samotracia teatro danza
Fango Samotracia teatro danza
Fango Samotracia teatro danza
Fango Samotracia teatro danza
Fango Samotracia teatro danza
Fango Samotracia teatro danza